italian HIV AIDS vaccine English HIV AIDS vaccine
HIV AIDS TAT Vaccines logo image
 
  HOME
 
 

HIV e AIDS

    Cos’è l’AIDS
    Vie di trasmissione
    Primi sintomi
    Avere l’AIDS
    Si può curare l’AIDS?
   
 

LA NECESSITA’ DI AVERE UN VACCINO

    AIDS nel mondo
    AIDS in Africa
   
  TAT di HIV-1
  UN APPROCCIO VACCINALE INNOVATIVO
    Background scientifico e razionale
    La proteina Tat di HIV-1
    Studi pre-clinici
    Studi clinici
    Collaborazioni internazionali
 
  CANDIDATI VACCINALI TAT
 
    1a generazione: Tat
    2a generazione: Tat + Microparticelle
    2a generazione: Tat + Env
    Nuovi prodotti della ricerca
  PRODUZIONE DEL VACCINO
  PIANI DI SPERIMENTAZIONE CLINICA
  PROPRIETA’ INTELLETTUALI
  NOTIZIE
 
 
  STUDI PRE-CLINICI

Per verificare se Tat potesse rappresentare un candidato valido per lo sviluppo di un vaccino contro l’HIV, è stato da tempo avviato un complesso programma multidisciplinare, attuato attraverso il raggiungimento di obiettivi progressivi, in stretta osservanza delle legislazioni nazionali ed internazionali che regolano la sperimentazione di nuovi farmaci o vaccini per uso clinico. Le attività così sviluppate includono: la produzione del candidato vaccinale; la valutazione della sua sicurezza, della sua immunogenicità e della sua efficacia in modelli preclinici (animali); la preparazione e la sottomissione del dossier per l’approvazione all’uso nell’uomo da parte delle autorità regolatorie; le sperimentazioni cliniche nell’uomo.

Inoltre, studi paralleli sono stati condotti per determinare il ruolo della Tat e della risposta immunitaria contro Tat nell’infezione naturale da HIV. Questi studi sono diretti ad identificare i “correlati di protezione immunologica” (ovvero, quali tra le risposte immuni indotte da Tat siano responsabili della protezione dall’infezione) e a validare i test di laboratorio necessari per il monitoraggio della vaccinazione. E’ anche stata sviluppata una stretta cooperazione con i Paesi in via di sviluppo per la costituzione di centri clinici e laboratori di riferimento per la conduzione delle sperimentazioni cliniche vaccinali in loco (Sudafrica, Swaziland).

Per quanto riguarda gli studi pre-clinici, il candidato vaccinale Tat è stato studiato in diversi modelli animali, inclusi i topi, i conigli e le scimmie (macachi).

 

Gli studi pre-clinici hanno dimostrato che:

 
  1. La vaccinazione con la proteina Tat biologicamente attiva o con DNA di Tat è sicura, ed induce un’ampia e specifica risposta immunitaria. Di fondamentale importanza, essa induce nelle scimmie una protezione a lungo termine contro l’infezione con un virus altamente aggressivo. Questo virus è una chimera fra il virus dell’immunodeficienza acquisita della scimmia, SIV, e l‘HIV umano (SHIV89.6P), che normalmente causa AIDS e porta rapidamente a  morte le scimmie infettate.

  2. La proteina Tat biologicamente attiva induce risposte immunitarie cellulari (linfociti T helper e linfociti T citotossici), ed alti titoli anticorpali anti-Tat. La vaccinazione è stata inoltre capace di bloccare l’infezione primaria da SHIV89.6P nei macachi, come indicato dai parametri clinici e di laboratorio (mantenimento della conta dei CD4, viremia non rilevabile, assenza di malattia). La protezione è di lunga durata. Non si è avuto, infatti, alcun segno di replicazione virale nei due anni successivi alla vaccinazione, sia nelle cellule mononucleari del sangue periferico che nei linfonodi.

  3. Nessuna evidenza di infezione virale è stata rilevata nei linfociti del sangue periferico né nei linfonodi dei macachi vaccinati dopo due inoculi con il tossoide tetanico, noto come potente stimolatore dell’attivazione della replicazione virale; ciò era correlato con la presenza di una robusta risposta cellulare ed umorale contro la proteina Tat.

  4. Infine, uno studio pilota condotto in macachi infettati da SHIV ha indicato che la vaccinazione con il DNA o la proteina Tat è sicura anche nelle scimmie già infettate e con segni clinici di AIDS.
 
 

 

ISTITUZIONI ITALIANE COINVOLTE
 
   
  CENTRO NAZIONALE AIDS  
       
  ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’  
       
  MINISTERO DELLA SALUTE  
       
  MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI  
       
  OSPEDALE S. GALLICANO  
       
  UNIVERSITA’ DI URBINO  
       
       
   
 
   
      Agenzie governative  
      Pazienti  
      Ricercatori  
      Operatori sanitari  
      Industria  
      Glossario scientifico  
      FAQ (domande frequenti)  
       
  PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE  
       
  LINK UTILI  
       
  CONTATTI